Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 giugno 2014 2 10 /06 /giugno /2014 17:18

Michelle Ferrari e Giada Da Vinci star emergenti del Porno italian made del XXI secoloAlcuni sostengono che il porno movie "classico" dopo l'epocale conversione dalla pellicola proiettata nei cinema "a luci rosse" al VHS e poi al DVD per la visione casalinga sia votato a morire. E ciò a causa dell'enorme crescita dei siti web dove a pagamento è possibile scaricare film online per non parlare poi di tutti i diversi siti (di cui il capostitite è stato youporn) nei quali è possibile vedere videoclip hard di tutti i generi, per tutti i gusti e di tutte le durate dai veri e propri clip di pochi minuti soltanto a filmati che superano anche l'ora: molti di cattiva qualità, ma altri abbastanza accettabili, e spesso del tutto amatoriali o semi-professionali. Insomma, chiunque può postare in questo sistema variegato (ma dove è pericoloso navigare, perchè essendo "promiscuo" è infestato da virus, da trojan, da malware) i suoi video preferiti o quelli realizzati da sé.
Si è realizzata così una vera e propria "orgia" del porno, con u n materiale sconfinato e per tutti i gusti, resa accessibile - il più delle volte in forma del tuto gratuita - a tutti siano essi nei panni di fruitori-guardoni siano essi in quelli (spesso intercambiabili con i primi) di esibizionisti-performer alla ricerca di un proprio pubblico
.
E chiaro che quest'inondazione di siti web e la crescita del self-made porno se da un lato ha preso ad alimentare le cosidette sex addiction online, dall'altro stanno diseducando il pubblico alla fruizione di un film (inteso nel senso di lungometraggio con gli stilemi propri del porno)  nella sua interezza e lo rendono avvezzo ad un caleidoscopio di immagini che possono essere selezionate e compattate attraverso la funzione dell'avanzamento rapido.
Il mercato dei DVD a pagamento, acquistabili attraverso i siti specializzati o con il normale servizio postale, sembrerebbe esere così avviato sul viale del tramonto, se non fosse che - anche nella limitatezza del mercato del porno (che peraltro ha pervaso l'immaginario collettivo e la cultura mediatica in generale, allignando in tutti i mezzi di espressione visuale) - esistono aficionados ed amatori che tuttora desiderano poter fruire di prodotti di qualità
.
Michelle Ferrari e Giada Da Vinci star emergenti del Porno italian made del XXI secoloCome espressione di questo trend di tendenza, ci sono alcuni esempi rimarchevoli che potrebbero definirsi come l'avanguardia del porno del XXI secolo in cui il multimediale, la diffusione del proprio merchandising attraverso il web, la diffusione della propria immagine attraverso spettacoli dal vivo e la realizzazione di lungometraggi diretti da registi di qualità da mettere poi in vendita nel vecchio format del DVD, si combinano assieme dando vita a risultati virtuosi.
In particolare, nel panorama italiano, l'eccezione è rappresentata dal duo Michelle Ferrari, amante del porno e performer in molti film, e Giada Da Vinci, performer in spettacoli porno, talentuosa videoregista e ora in coppia fissa con Michelle, che grazie ad una combinazione di attività di spettacolazioni nel mondo reale, di diffusione della propria immagine nel web in siti dedicati, e l'ideazione di attività originali ed inedite (come il porno-casting alla ricerca di volti nuovi da inserire in film da loro stesse realizzato, stanno avendo un successo senza pari, tanto che il regista del porno Steve Morelli, autore di film porno "patinati" è sul punto di realizzare un film proprio con le due porno-star.
E' notizia fresca che il sito specializzato di Michelle Ferrari (dove peraltro quasi tutti i contenuti - e specialmente i video - sono fruibili solo a pagamento, ma che dà notizia di tutti gli eventi e degli spettacoli prossimi a venire di Michelle e Giada, oltre che una rassegna stampa degli articoli glamour sulle patinate) abbia fatto registrare, grazie all'upload di alcune scene inedite, un record di accessi con oltre 350.000 utenti unici in una sola settimana, senza contare gli accessi alla pagina dedicata a Michelle Ferrari su Facebook.
E, del resto, questo successo si può spiegare soltanto con il fenomeno della crescita sempre più accentuata del Porno come forma diffusa di spettacolo-intrattenimento, grazie anche all enumerose contaminazioni con il mondo dell'entertainment "straight".


 

(La notizia è tratta da HardCelebrity.com) In poche settimane, grazie all’upload di nuove scene inedite, il sito ufficiale di Michelle Ferrari ha fatto registrare un numero di accessi esorbitante (dati non confermati parlano di circa 350.000 utenti unici in una sola settimana).

 

L’assalto da parte degli utenti, nelle prossime settimane, è destinato a continuare e forse ad aumentare visto che sulla piattaforma ufficiale dell’attrice hard spezzina verranno caricati una serie di nuovi contenuti. Molti di questi, oltre ad essere stati realizzati dal famoso regista Steve Morelli, portano la firma di Giada Da Vinci.

 

L’attrice romana, infatti, oltre ad esibirsi davanti alla telecamera con la Ferrari, ha scritto e diretto assieme al regista Morelli alcune delle scene.

 

Parliamo di scene forti, molto spinte, scaturite anche dalla massima complicità delle due attrici che, ormai da alcuni mesi, fanno coppia fissa anche nella vita di tutti i giorni.

 

Michelle Ferrari e Giada Da Vinci star emergenti del Porno italian made del XXI secoloEcco spiccare appunto il “gonzo” nel quale la Da Vinci, dopo essersi dichiarata durante la cena con tanto di anello di fidanzamento alla Ferrari, da il là ad una focosa scena hard sul tavolo da pranzo.

 

Spicca inoltre la scena a tre, con la partecipazione di un aspirante attore, girata all’interno di un pollaio. Un’ambientazione agreste dove la Da Vinci e la Ferrari, mettendo al centro dell’attenzione il protagonista maschile, riescono a rivestire nello stesso tempo il ruolo di dominatrici e dominate.

 

Insomma di carne al fuoco, o meglio contenuti, ce ne sono davvero tanti e un po’ per tutti i gusti…

 

Giada Da Vinci futuro regista dell'Hard? La Da Vinci, che aveva già manifestato un certo interesse nei confronti della regia in alcune delle sue importanti collaborazioni europee (soprattutto nel campo del fetish e del sado), proprio da inizio dicembre sta producendo e girando una serie di nuovi gonzi dalle tinte forti.

 

Sulla scena porno “made in Italy”, quindi, potrebbe affacciarsi un nuovo regista, un caso più unico che raro per il mercato italiano. Ma la Da Vinci, si sa, è un personaggio poliedrico e stravagante che ha abituato il proprio pubblico a questi colpi di scena.

 

Nel prossimo futuro non ci resta che attendere la risposta del mercato…

 

 

 


 

Su Michelle Ferrari vedi anche su questo blog i seguenti articoli:

 

Volevo essere Moana: un memoir di iniziazione al porno-style

articolo - 18/05/12 - di iniziazione al porno-style - Volevo essere Moana è il titolo di un libro di memorie di Michelle Ferrari che dopo un transito "per passione" dal mondo del porno, è passata ad…

 

In "Sesso, ombre e pornostar", gli aneddotti e le storie dell'Agriturismo gestito da Michelle…

articolo - 14/02/13 - In "Sesso, ombre e pornostar" gli aneddotti e le storie dell'Agriturismo gestito da Michelle Ferrari ed Alba Latella - (Maurizio Crispi) E' uscito nelle…

 

 

Ho incontrato Michelle Ferrari

articolo - 23/10/12 - Ho incontrato Michelle Ferrari - Tempo addietro mi è capitato di scrivere una recensione del libro scritto da Michelle Ferrari (al secolo Cristina Ricci), dal titolo "Volevo essere Moana"

Condividi post

Repost 0
Published by Frammenti e Pensieri Sparsi - in Società
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth