Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
18 febbraio 2013 1 18 /02 /febbraio /2013 09:34

Avvistato pacchione e incursioni linguistiche correlateAvvistato pacchione...

In Siciliano (in palermitano, in particolare) "pacchiuni" sta per persona grossa e grassa a dismisura.
Anche se non è comprovato, la parola ha una diretta connessione con l'etimo greco pachùs che significa grosso e grasso e mastodontico, da cui il termine di "pachiderma" con cui si indica un insieme di animali non apparentati nell'albero linneano che sono grossi e con la pelle spessa (come ad esempio, l'elefante e il rinoceronte).
"Pacchiuni" è parola denotativa, ma anche "connotativa", mai usata in senso spregiativo, semmai con una certa valenza affettuosa.
"Pacchiuni" può anche diventare l'anciuria (nomignolo) con cui una certa persona viene identificata e nominata e che, a volte, può finire con l'assumere un'importanza maggiore del cognome anagrafico

Molti anni addietro, nella casa accanto a quella dove passavamo l'estate, si era stabilita una famiglia molto numerosa (e chiassosa) dedita, soprattutto la sera, a grandi grigliate di pesce. A quanto ci avevano detto, di lavoro costoro erano pescivendoli.
Un giorno ci fu una retata di polizia e arrestarono il Capo di casa di questa stirpe di "pescivendoli".
A quanto pare, così ci dissero, il tipo era indagato per una faccedno di traffico di droga.
Il giorno dopo, leggemmo il resoconto dell'arresto nelle pagine di cronaca del Giornale di Sicilia e apprendemmo che il soggetto in questione - di cui non ricordo il cognome - era chiamato "u pacchiuni" ed era così che veniva identificato dai suoi conoscenti e, evidentemente, anche dai suoi loschi contatti. 

Ma cosa avrò mai mangiato io per avere un ventre così cospicuo?

Provate ad indovinare...

In ogni caso, non è la prima volta che indulgo a farmi simili foto, che mi hanno divertito sempre molto: e, quando le scatto, non posso non pensare alle storie rabelesiane di Gargantua e Pantagruel... e io stesso finisco con il sentirmi un po' come un personaggio rabelesiano...

Aggiungo per dovere di completezza questa postilla che mi è stata suggerita da una mia cara amica. Nella zona di Catania e di Messina "pacchiona" al femminile può essere un appellativo (non spregiativo) indirizzato alle donne e alle ragazze, un po' equivalente forse al più comune "bona" della parlata italiana, tenendo presente che "pppacchiu" è parola che sta ad indicare i genitali femminili, equivalente di "fica".

Condividi post

Repost0

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth