Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 marzo 2015 4 05 /03 /marzo /2015 09:12
Un delizioso caso di synchronicity: l'incontro di Gabriel con una british Frida

L'altro giorno al Victoria Park Gabriel ha adocchiato un piccolo cagnettino che era lì con la sua padrona per la sua ora d'aria e, come sempre fa quando vede dei cani di taglia piccola e media, ha cominciato a gridare eccitato "Frida, Frida!" Tutti i cani per lui evocano Frida, a cui è molto affezionato: specie in questi giorni che lui è a Londra e Frida è lontana a Palermo.
Fin qui nulla di strano.
Ma che dire, quando Maureen ha scoperto, parlando con la padrona di quello che si è rivelato poi essere una cagnetta, che il nome dell0 "smallishbritish  dog" era esattamente Frida?
Una coincidenza inspiegabile, dovuta al caso o alla necessità.
Come ci insegna Paul Auster, nel suo piccolo e delizioso libretto "Taccuino rosso" poi confluito in un volume di più ampio respiro assieme ad altri scritti sparsi, in tanti piccoli episodi della nostra vita possiamo intravere quel fenomeno noto - ma preso in cosnderazione soprattuto dagli psicologi analitici (Junghiani) della cosidetta "synchronicity" ("sincronicità") in cui ci troviamo ad essere portati di peso in inattese pieghe dell'esistenze da piccole straordinarie coincidenze, profezie che si avverano etc etc, sensazioni imporvvise di dèjà vu o di jamais vécu.
La "Sincronicità" è un fenomeno che ci fa sospettare che alcune cose siano più complesse di quello che potremmo pensare (o che vorremmo credere) e che molte cose accadano a nostra insaputa, in modo tale da suscitare in ìn noi il senso della meraviglia che possiamo solo accettare con gratitudine, o da ingenerare inquietudine perché siamo rimandati prepotentemente ad una realtà sommersa dietro il visibile che ha un potere, in alcuni casi, perturbante.

 

Ma ecco quelle che scrive Maureen, relativamente al piccolo episodio, commentando la foto che lo illustra.

Un delizioso caso di synchronicity: l'incontro di Gabriel con una british Frida

This is the dog that we met in Victoria Park. Gabriel was very enthusiastically shouting and caling 'Frida Friiiiida!' to the dog, and the dog was listening!! Then the lady and her friend who were looking after the dog, looked at Gabriel with amazement. As it turns out, this dog was really really also called Frida! I explained to the ladies that Gabriel has a dog called Frida, in Italy and he calls all smallish dogs 'Frida'! Here you can see one of the ladies going to rescue Frida's orange ball out of the water, and Gabriel is watching with fascination, along with Frida who was very excited to get her orange ball back. So it was nice to meet an English Frida in our last month in England before going to Frida in Italy!

Mauren Crispi

Condividi post

Repost 0
Published by Frammenti e Pensieri Sparsi (Maurizio Crispi) - in Storie e storielle Riflessioni
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth