Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
23 dicembre 2012 7 23 /12 /dicembre /2012 20:36
Cap d'Agde, Oasi di libertinaggio naturista: sulle tracce di Houellebecq. Testimonianze: Cap d'Agde é un posto davvero straordinario
Cap d'Agde, Oasi di libertinaggio naturista: sulle tracce di Houellebecq. Testimonianze: Cap d'Agde é un posto davvero straordinario

Quella che segue è un'entusiastica testimonianza raccolta nel web.

Cap d'Agde è un posto davvero straordinario.

E' un sito naturista, fornito di residence, albergo di lusso, camping, piscine, locali, privé. Un posto dove si sta tutti nudi, non solo in spiaggia, ma per fare qualsiasi cosa, perfino per andare al supermercato o in boutique o al ristorante.

Il resort è dotato d'una spiaggia enorme, lunga quasi quattro chilometri (quella del sito naturista), alle sue spalle una zona di selvaggia macchia mediterranea (che è divenuta nel tempo, almeno in parte, oasi protetta). C'è spazio per tutti, dunque: una parte del litorale è per le famiglie, poi spostandosi più in là, si arriva ad una zona dove si raccolgono i nudisti - sia single sia in coppie - che intendono il nudismo anche come occasione per fare sesso liberamente, all'aperto, sotto gli occhi di tutti. Se uno osserva attentamente il brulicare di corpi del tutto ignudi sotto il sole, si accorgerà che sono in corso mille eventi diversi: donne che succhiano l'uccello del proprio compagno, gay che si scopano (anche se i gay, in linea di massima, preferiscono ritirarsi, nell’entroterra, tra le dune), toccamenti intimi di vario genere.

Chi sta attorno può starsene tranquillamente a guardare, godendosi la scena, oppure può unirsi al quadretto: tutto avviene con molta discrezione e gentilezza. Se non c'è la disponibilità ad accogliere ospiti nell'interazione in corso, i due partner lo fanno capire con fermezza sempre condita da affabilità di modi.

Molti, eccitati, danno libero al corso al proprio voyeurismo e semplicemente si masturbano. In questo senso, Cap d'Agde è anche il paradiso dei voyeur, nel senso che il guardare è ammesso, lo si può fare esplicitamente, anche collocandosi a brevissima distanza e assieme al guardare è ammessa la masturbazione esplicita (senza sentirsi confinati al di là di un virtuale buco della serratura).

Il godimento è nel guardare e nel mostrarsi senza veli e senza edulcorazioni.

Andando più avanti nel corso della giornata, quando l'atmosfera s'è surriscaldata, sempre in questa stessa zona di spiaggia si possono vedere scene più spinte tipo gangbang o bukkake(1): si formano capannelli di decine di maschi e donne (queste ultime desiderose di vedere ciò che accade) e al centro del gruppo, il più delle volte, una donna inginocchiata sulla sabbia che succhia tutti i cazzi che a turno le si avvicinano alla bocca, lasciandosi ricoprire il volto dallo sperma di tutte le eiaculazioni; oppure, altra situazione, una donna singola al centro del capannello, stando in piedi, afferra tutti i membri che si ritrova a portata di mano e li masturba sino a farli venire. E, mentre afferra i cazzi, si lascia toccare, in alcuni casi anche sditalinare., ma accanto a lei c’è sempre un compagno, vigile e accorta che, in certo qual modo, regolamenta il traffico delle mani vogliose di toccarla, decidendo chi può farlo e chi no. Anche in questo caso, tutto avviene all'insegna della civiltà e della cortesia.

Dopo un giorno così infuocato, per concludere in bellezza si può andare, in tarda serata, in un Privé e qui la scelta non manca. Alcuni dei privé di Cap d'Agde sono celebri in tutto il mondo (come il Glamour oppure La Ville Romaine, ma ne sorgono continuamente di nuovi).

Insomma, a Cap d'Agde, guardando ai suoi usi e costumi secondo l’ottica del libertino, ci si può veramente divertire: bisogna lasciare che le situazioni capitino con fluidità.

In ogni caso, l'eccitazione che si sperimenta è grande: c'è nell'aria come una corrente elettrica ad alto voltaggio, e spesso si sente che il proprio corpo è percorso da una scarica di grande energia.

Il cazzo se ne sta sempre turgido e semieretto.

Le donne si ritrovano la figa bagnata solo per essere in mezzo a questi quadri di sesso collettivo.

Ci sono donne per tutti i gusti: e alcune sono davvero straordinarie.

__________________________________________________

Note
(1) Il Bukkake (assieme al più estremo "Gokkun") è una pratica in cui una serie di uomini eiaculano a turno oppure tutti insieme, quasi contemporaneamente su una donna o un uomo che si è collocato in ginocchio al centro di un gruppo assiepato. Già l’argomento è stato trattato in una nota ad uno dei capitoli precedenti. .

 

Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde
Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde
Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde
Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde
Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde

Alcuni momenti della vita balneare a Cap d'Agde

Condividi post

Repost 0

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth