Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 settembre 2014 4 11 /09 /settembre /2014 06:39
Una festa nella casa di riposo per anziani di Tarling Street
Il 9 settembre 2014, ha avuto luogo - con il favore di una giornata di sole e dalla temperatura mite -  una festa islamica nella casa (governativa) di riposo per anziani (ubicata in Tarling Street, Shadwell, proprio accanto al nostro condominio) i cui ospiti - trovandoci qui nell'East End londinese - sono tutti di origine medio- e estremo-orientali.
Me ne sono accorto perché sin dalle prime ore del mattino, la casa ha cominciato ad essere invasa dal buon odore della carbonella che veniva accesa.
Una festa nella casa di riposo per anziani di Tarling StreetAccordi musicali e voci festose, mi arrivavano a sprazzi, coperti dal rumore della lavatrice in funzione, Mi sono affacciato, spinto dalla curiosità, E ho realizzato che si preparava su di un set di barbecue, una classica "arrostuta" (prevalentemente agnello ed altre carni, con buona probabilità halal, cioè macellate nei modi rituali - purtroppo, secondo la maggior parte degli animalisti), mentre tanti anziani deambulanti incerti con il bastone ed altri sulle loro sedie a rotelle venivano fuori a poco a poco e si accomodavano sulle numerose panchine o sulle sedie appositamente disposte, nel giardino a pianta quadrata attorno a cui si aprono le finestre e le porte della residenza, un po' somigliante nella sua struttura ad un chiostro conventuale, poiché su tutti i lati è circondato da mura invalicabili, uno coincidente con quello del nostro palazzo.
Al clou della festa, mentre la carne fumante (con contorno di riso) hanno preso a risuonare, ascendendo verso l'alto, msiche dal vivo (bellissime e struggenti), 
La nostra casa è stata presto invasa dal profumo delle carni arrostite e dalle musiche vibranti: in un certo senso la festa è stata anche per me, anche se sono rimasto a bocca asciutta.
Mi sarebbe piaciuto mangiare anche soltanto un boccone di quella carne...
Ma se sono rimasto a bocca asciutta, tuttavia sono stato egualmente deliziato da questa bella e quieta festa, seguita dall'alto.
Poi i rumori, le voci e i suoni sono a poco a poco svaniti: la festa era finiti, lasciando soltanto un aroma impercettibile nelle nostre stanze di carbonella e di carne arrosto.
Come nota finale, aggiungerei un commento al fatto che questa grande casa di riposo, fornita di tutti i confort e perfino di ampio giardino interno, è una struttura governativa: agli anziani che per motivo di reddito non possono pagare viene garantita la possibilità di avere un proprio spazio residenziale e di essere assistiti, qualora perdessero la propia autonomia.
E struttura governativa significa anche che debbano esservi tutti i confort, garantita la possibilità di spostarsi su appositi mezzi per andare a sottoporsi a terapie e a cure medico-riabilitative, ma anche gite e intrattenimenti, come in quest'ultimo caso.
Il principio è che debba essere garantito non solo il minimo,ma tutto ciò che eleva e arricchisce la qualità della vita, evitando il piùpossibile forme crudeli di deprivazione sensoriale, emozionale ed intellettuale.

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (Testo e foto) - in Eventi - arte - cultura e spettacoli
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth