Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 aprile 2014 5 11 /04 /aprile /2014 07:43

Presto tornerà l'Inverno

 

C'è della magia nell'inverno
che trapassa nella primavera,

Alberi ancora in fioritura
ed altri già rivestiti d'un suontuoso vestito verde
brillantissimo
Uno pigramente stravaccato in panchina
a prendere beato il sole,
due bionde dopo aver corso
supine sul prato a fare esercizi
ginnici e ad allungare i muscoli
come gattine al sole,
un giocoliere si esercita
con le sue palle colorate,
instancabilmente,
provando e riprovando,
fanatici del running cronometrato
fanno le ripetute su una distanza nota
e al termine del recupero si fermano
ansimando come mantici,
una anziana dai capelli color paglia smorta
mangia un panino seduta su d'una panchina
alla memoria

Oggi, il Tamigi è in bassa e lungo gli argini
appaiono graziose spiaggette sabbiose
stranamente senza detriti
(che però ritornano con l'alta marea),
cane e padrone sulla spiaggia
giocano al riporto
Il cane si lancia all'inseguimento
e si tuffa nel fiume
ed eccolo indietro tutto arruffato d'acqua
a deporre la sua preda,
scoodinzolando d'allegrezza
Poi i ruoli si invertono ed è l'uomo
a correre scodinzolando
a raccattare la palla,
con molta democrazia

Oche e cigni,
gabbiani,
topi e ratti,
pecore e capre
tutti - ammantati di colori più brillanti ed inusitati -
celebrano
a proprio modo l'arrivo della primavera,
ma c'è anche l'iridescente consapevolezza
che ogni singola azione
apre un possibile universo parallelo
creando un'infinita serie di linee temporali,
per cui nell'immensità del cosmo
ciascuno è assieme uno e molti

Ho sognato che
in groppa ad un poderoso destriero
mi inerpicavo lungo il pendio ripido fango-argilloso
d'una grande caverna
e sentivo tra le cosce strette
la possanza del mio destriero
che saliva senza fatica,
mentre cercavo di scansare le sporgenze del basso soffitto
pieno di asperità e sporgenze,
per giungere ad un grande salone delle feste,
sontuoso per quanto scavato nel cuore del monte,
come quello della grande festa ne Il Gattopardo,
una grande reggia o forse il set per un film
di grandi risorse

E, poi, sognavo che ero bloccato su di una piccola isola ventosa
di sabbia e roccia
in una dimensione parallela,
dove mi aveva condotto
uno smagliamento nel continuum spazio-temporale
e che non c'era più modo di tornare indietro
il mondo era andato avanti, nel frattempo
i percorsi si erano divisi e biforcati
e il luogo da dove venivo era perso per sempre

Mentre la primavera fioriva attorno a me,
riflettevo anche sul fatto che un altro me
in un altro spazio faceva cose lievemente diverse,
pur respirando l'aria nuova della primavera in arrivo,
eguale, ma diversa:
la vertigine di essere impigliato in mezzo a due specchi che si fronteggiano
e vedere il proprio riflesso moltiplicarsi all'infinito,
in una fuga prospettica

Le albe e i crepuscoli si susseguono

I foglietti del calendario si staccano
ad ua velocità vertiginosa
e volano via in un vortice,
come foglie secche
sospinte da una raffica di vento

Il tempo scorre e non concede sconti

Presto sarà di nuovo inverno

alberi spogli

desolazione

 

Un corvo solitario

a far la guardia

ad un mondo di ombre

 

 

Presto tornerà l'Inverno,

 

Londra, 11.04.2014

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (Testo e foto) - in Note di diario
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth