Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 aprile 2013 2 30 /04 /aprile /2013 00:06

Mamma, mamma, guarda la buttana!Da piccolo coniavo spesso dei neologismi, talvolta per similitudine a partire dal processo di formazione di altre parole note.
Questa consuetudine, a volte, poteva provocare un certo imbarazzo, poichè ciò che io credev,o esprimesse un certo significato, invece ne possedeva un altro, magari anche sconveniente.

Una volta al mare ero intento a "buttare" sassi in acqua e ad ogni lanco ero sempre più sovraeccitato e compiaciuto.
E ad un certo punto, desiderando catturare l'attenzione della mamma, cominciai a gridare eccitato: "Mamma, mamma, guarda la buttana!", estrapolando un ipotetico sostantivo dal verbo "buttare".
La mamma, sentendosi imbarazzata (e da più grande, di questo imbarazzo, avrei potuto comprendere il perchè), prese a dirmi con voce suadente: "No, Maurizio, guarda che si dice lanciana, non buttana!", ma ovviamente senza spiegarmi perchè non potessi usare liberamente e con disinvoltura la parola "buttana".
 

 

Ma è rimarchevole il fatto che la mamma in quella circostanza abbia trovato il modo di correggere il mio mal detto, con un'altra espressione che, nello stesso, non tarpava le ali alla mia creatività lessicale. Quindi, anzichè, dirmi di usare tout court la parola "lancio", mi suggerì la parola "lancia-na", dando in qualche modo una validazione al mio neologismo (o quantomeno alla sua logica interna), addirittura proponendomi di esso un sinonimo costruito secondo un analogo meccanismo.

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi - in Ricordi
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth