Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 settembre 2014 4 25 /09 /settembre /2014 11:01

Le ribelli della storia di Giorgio Galli. Un saggio in cui le vicende di baccanti e streghe si mescolano con quelle dei vinti e dei ribelli

Il 25 settembre 2014, alle ore 18.30, nello Spazio ShaKe&Stella (vicolo Calusca 10/E, Milano), avrà luogo la presentazione del volume di Giorgio Galli, Le ribelli della storia. Baccanti, gnostici e streghe: i vinti della storia e la loro eredità, ShaKe Edizioni 2014

 

La storia è fatta dai vincitori, è noto. Ma in molti casi i vincitori hanno dovuto prima fare i conti con spinte sovversive che ne mettevano in discussione il potere. A partire dalla nascita della democrazia ateniese sono emerse contro narrazioni, rivolte, visioni antagoniste della società estremamente radicali, il più delle volte animate da donne.

Le ribelli della storia di Giorgio Galli. Un saggio in cui le vicende di baccanti e streghe si mescolano con quelle dei vinti e dei ribelliIn questo libro, si ripercorrono alcuni degli snodi cruciali della storia occidentale degli ultimi millenni. In primo luogo la rivolta delle società misteriche greche, le baccanti, legate al culto di Dioniso che – come testimonia Euripide nella sua tragedia – sono state un elemento cruciale di messa in discussione del potere. L’invenzione della democrazia - questa la tesi forte di Galli - non sarebbe stata altro che la risposta istituzionale da parte delle classi dominanti nei confronti di una rivolta altrimenti ingestibile.

Stessa cosa con le consorterie segrete degli gnostici che prospettavano una visione duale della divinità, con un ruolo decisivo attribuito al principio femminile della creazione, decisamente antagonista a quella cristiana che si sarebbe poi imposta a partire dal IV secolo d.C. E infine la vicenda delle streghe, la cui repressione cruenta avrebbe impegnato le società patriarcali occidentali in un arco molto lungo di tempo, ma che alla fine avrebbe condotto alla nascita della democrazia moderna, come forma di recupero del conflitto sociale, di cui l’esistenza della stregoneria era il più estremo dei segnali.

Corroborata da un’analisi rigorosa e documentata, questa tesi è esposta in questo libro con grande forza da uno dei più importanti studiosi italiani dei sistemi politici, in un libro assolutamente importante. “Il conflitto tra maschile e femminile è stato descritto da Giorgio Galli e i risultati della sua ricerca del mito delle amazzoni e delle baccanti in qua, appaiono oggi molto più persuasivi di quanto fossero vent’anni orsono.” (F. Ceccarelli, “La Repubblica”)

 

 

Alla presentazione del volume, interverrano l'Autore, Giorgio Galli e Cristina Terzoli (che leggerà testi tratti da Euripide e i Vangeli gnostici)

 

Seguirà, alla fine della presentazione, un picolo rinfresco.

 

 

Le ribelli della storia di Giorgio Galli. Un saggio in cui le vicende di baccanti e streghe si mescolano con quelle dei vinti e dei ribelli"Stella" è un'associazione non a scopo di lucro per la promozione e diffusione della cultura alternativa, non-mainstream, visionaria, progressiva, nelle sue mille forme. Anche tu puoi facilmente partecipare e aderire alle iniziative come spettatore o promotore!  

 

 

Vai alla pagina Facebook x saperne di +

Condividi post

Repost 0
Published by Comunicato stampa ShaKe - in Anticipazioni
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth