Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 settembre 2014 3 17 /09 /settembre /2014 00:34

L'orribile ragno di Tarling Street...

 

Un ragno enorme e nero (di una specie a me sconosciuta) vagava liberamente nelle distese desertiche del pavimento della cucina...

L'ho visto...


Un avvistamento inquietante...
Se fossi uno che soffre di aracnofobia, sarei stato sicuramente preso da una crisi di panico, avrei gridato, forse sarei svenuto...

Che ci fai qui? - gli ho chiesto.


Non mi ha risposto, ovviamente, continuando imperterrito le sue esplorazioni.


Che sia l'avanguardia degli Spiders from Mars?
O dei marziani wellsiani, nell'aspetto di repellenti omini verdi?

Siccome non si può mai sapere, l'ho imprigionato all'interno di un bicchiere capovolto.
Fatto! Sono finite le tue esplorazioni! -gli ho detto.
Il ragno ha preso ad agitarsi e a muovere le sue inquietanti zampette tanto freneticamente che, per un attimo, ho temuto che potesse cadere a pezzi ...
Cosa ne faccio ora che è sotto vetro?
Cosa farò di te?
Poi, alla fine, sono stato misericordioso...

Chiudendo il bicchiere con una presina a portata di mano, l'ho trasportato fuori nel balcone e l'ho liberato nella terra di un vaso...
Avrei voluto fotografarlo ancora una volta, ma l'orribile ragno, inebriato dalla libertà appena riconquistata s'è involato via, tessendo a velocità vertiginosa un filo con il quale si è calato al piano di sotto... quasi fosse l'Uomo ragno ih ih ih.

Ciao, ragno! Chi sa se ci incontreremo di nuovo...
Ma forse nemmeno mi ha sentito.

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (Testo e foto) - in Avvistamenti e panchine
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth