Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 luglio 2011 2 05 /07 /luglio /2011 09:59

elogio-della-donna-erotica-racconto-pornografico-1303182.jpgTutti si chiedono perchè Tinto Brass non si sia mai cimentato come regista di una pellicola hard: certamente avrebbe trasfuso la sua passione sfegatata per l'erotismo in un film di buona fattura sotto il profilo estetico, creando delle pellicole porno estetizzanti alla maniera dell'americano Andrew Blake, con in più il contorno di una storia ben congegnata e non semplicemente una scarna trama abborracciata a far da pretesto.

Non l'ha mai fatto, tuttavia, per opportunismo o perchè non ne ha avuto il coraggio forse. E' rimasto come sulla soglia del genere come regista di difficile catalogazione, in cui l'erotico, per quanto spinto, lascia il fruitore smaliziato di oggi, abituato a ben altre rappresentazioni in diretta della sessualità nella versione hard (o a "luci rosse"), con qualche delusione e con il desiderio di poter vedere "oltre".

Ho scoperto di recente due piccoli pamphlet firmati da Tinto Brass e pubblicati entrambi dalla casa editrice Tullio Pironti.

Il primo è tipico della poetica di Tinto Brass e del suo modo di guardare il corpo femminile, dal titolo Elogio del Culo (2006), sacaturito da una sorta di commissione fatta dall'editore a Tinto Brass. "Chiedo a Tinto Brass di scrivermi un elogio del fondoschiena e lui accetta entusiasta. Mi impone, però, di inserire all'interno del libretto un fascicolo contenente una decina di immagini [di attrici che hanno recitato nei suoi film, mostrando generosamente i propri fondoschiena] «Pironti, ho dei culi stupendi! Non possiamo non metterli!». Come potevo dirgli di no?" - così racconta l'editore Pironti.

Il più recente è l'"Elogio della donna erotica" (2008) che si propone come un racconto per mezzo del quale Brass sembra voler respingere l'accusa che spesso gli è stata rivolta dalle femministe: quella di riservare alle protagoniste dei suoi film il ruolo di donna "oggetto".

La protagonista è Ninfa, una donna disinvolta, autonoma, intraprendente, libera da alibi romantici o sentimentali, che prende l'iniziativa e conduce il gioco, non oggetto di piacere ma soggetto di desideri e passioni e che vive con trasporto e con gioiosità, dando vita nei brevi e nervosi capitoletti a delle vere e proprie scenette hardcore. Insomma il porno osteggiato dalle femministe e di cui Tinto Brass cerca di liberarsi, cacciato dalla porta, rientra dalla finestra.

Qui, Tinto Brass, sviluppa il tema della pratica del sesso disinibito, al di fuori di lacci e lacciuoli e delle rigidità delle convenzioni sociali, e lo celebra come ricerca di una "sana botta" di gioia di vivere.

Una lettura esile e, ciò nondimeno, piacevole.

Il libricino è corredato, in coda al racconto, di dodici tavole erotiche di Salvatore Ciaurro.

Il risultato? Un libricino raffinato.

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by frammenti-e-pensieri-sparsi - in Letture
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth