Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 luglio 2011 5 22 /07 /luglio /2011 10:34

aleister-Crowley-a-cefalu-Abbazia-di-Thelema.jpgForse non è noto a tutti che  Aleister Crowley, artista, poeta, mistico, pensatore e famosissimo occultista britannico, molto amato dai Beatles e dai Rolling Stones, un mito per parecchi rockmen "maledetti" (Marylin Manson se ne dichiarò ossessionato) e ovviamente per molti occultisti di ogni fama e livello, passò ben tre anni in Sicilia, nel ridente paesino di mare di Cefalù, in provincia di Palermo..

Nel 1920, interrogando l'I Ching, Alesteir Crowley si persuase che per realizzare la Grande Opera, non esistesse posto più adatto di Cefalù. Qui si installò nel 1920, in una casa di periferia non molto grande, in contrada Santa Barbara. La casa fu nello stesso tempo luogo abitativo, abbazia e tempio "thelemiti" in cui si officiavano i particolari riti magici ed osceni che scandalizzarono la piccola cittadina siciliana ("Inferno della Cortigiana, luogo segreto dell'irrefrenabile fuoco della Lussuria e del tormento eterno dell'Amore").

Il tempio dei Thelemiti era strutturato ad un solo piano, ed aveva una sola sala principale (Sancta Sanctorum). Sul pavimento era disegnato il pentagramma inscritto in un cerchio. Nel mezzo del pentagramma era collocato un altare esagonale. Sull'altare era depositato il Liber Legis. Ad Est sorgeva un trono dedicato alla Bestia ed un braciere ardente. Ad Ovest s'ergeva il trono della Donna Scarlatta. Dipinte sulle pareti del tempio, facevano bella mostra alcuni ritratti di Crowley, unite a varie raffigurazione orgiastiche".

Attualmente l'Abbazia versa in un deplorevole stato d'abbandono; parte del tetto è crollata e i residui affreschi dipinti da Crowley nella nota Chambre des Cauchemars (La Camera degli Incubi) si stanno sempre più deteriorando. Questa situazione sembra destinata purtroppo a perdurare, sebbene lo stesso Comune di Cefalù si sia interessato a tutelarne l'esistenza: di fatto però, questo non è bastato a dar corso ad un'azione di recupero efficace dell'edificio e alla realizzazione di un ipotizzato "Museo Crowleyano".

Forse ciò dipende dall'ambivalenza e con cui si guarda al personaggio, non solo per la "licenza" di cui furono ammantate le sue attività, ma anche per il sentimento del perturabante legato alla nomea di essere mago e praticante delle arti dell'occulto finalizzate all'esplorazione delle tenebre più che al raggiungimento della Luce e dell'Illuminazione iniziatica.

Nel giugno 2010 ADNKronos ha segnalato la pubblicazione di un annuncio immobiliare che così recita: "Vendesi edificio di valore storico-artistico in località Santa Barbara, presso Cefalù". Ebbene, l'immobile "indipendente a piano terra con ampio giardino, totalmente da ristrutturare" a cui fa riferimento l'annuncio è proprio la vecchia abbazia di Thelema. Il prezzo richiesto per l'immobile ammonta ad un milione e mezzo di euro. Interpellata dalla stampa, l'agenzia immobiliare ha confermato l'identità dello edificio, ed ha aggiunto di avere ricevuto numerosissimi contatti, soprattutto dall'estero: tedeschi, inglesi e svizzeri in particolar modo. Ma anche alcuni italiani di cui uno - professionista fiorentino - disposto ad acquisire l'edificio al prezzo stabilito, senza alcuna trattativa".

 

Vai ai seguenti articoli on line

ABITÒ NEGLI ANNI VENTI NEL CASALE DI S. BARBARA. Riti e misteri, in vendita a Cefalù la villa di Crowley

Crowley, il “mago” che portò scandalo e curiosità a Cefalù

Cefalù, Crowley e l'Abbazia di Thelema

Condividi post

Repost 0
Published by Redazione Frammenti e pensieri sparsi - in Curiosità
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth