Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 novembre 2011 1 14 /11 /novembre /2011 15:20

carnage.jpgCarnage è un film del 2011 diretto da Roman Polański, basato sull'opera teatrale Il dio del massacro (Le dieu du carnage) di Yasmina Reza (pubblicato da Adelphi, 2011).
La parolo "carnage", sta appunto per "massacro": "Io credo nel Dio nel massacro. Il dio del massacro che governa indiscusso dalla notte dei tempi" - afferma uno dei personaggi.
In una lite al parco un ragazzino di 11 anni colpisce un coetaneo al volto con un bastone. I genitori, due coppie di Brooklyn - i Longstreet e i Cowan - decidono di incontrarsi per discutere del fatto e risolvere la cosa da persone civili. Gli iniziali convenevoli si trasformano in battibecchi velenosi e il comportamento delle due coppie degenera in situazioni assurde e ridicole.
E' un film dal tipico impianto teatrale, con unità di tempo, di luogo e di azione, a parte le brevi sequenze di apertura e chiusura, ambientate nel parco giochi dove ha avuto luogo il litigio tra i due ragazzini, primum movens del confronto-scontro tra le due coppie.
Nei dialoghi che passano da una forbita cortesia delle battute iniziali alla totale perdita di controllo nelle ultime battute c'è la progressiva caduta di tutte le maschere del perbenismo borghese, della finta accettazione dell'altro, degli atteggiamenti culturali che sono più che fonte di miglioramento del proprio sé una semplice ostentazione magniloquente, come anche l'adesione alle cause di supporto civile ai popoli sofferenti dell'Africa: tutte mode e falsificazioni che crollano assieme alla progressiva distruzione e vanificazione dei rispettivi status symbol garanti della rispetttabilità e della normalità.
Carnage(film)Nel confronto senza pietà cadono tutte le maschere e i quattro coniugi mostrano il loro volto cinico, impietoso, crudele, violento e sopraffattorio, sino ad un cinico gioco di massacro in cui tutti sono contro tutti, senza pietà e senza empatia alcuna
Il film di Polanski è tratto dal lavoro teatrale di Yasmina Reza, drammaturga, scrittrice e attrice francese (è del 1959), le cui opere teatrali sono state adattate e rappresentate in molti paesi e hanno ricevuto svariati premi.
il-dio-del-massacro.jpgLa stessa Reza è stata autrice della sceneggiatura del film di Polanski.
I personaggi del film rispetto a quelli del film sono in "esilio", come lo è Polanski regista.

L'ambientazione è infatti spostata da Parigi a New York, e analogamente cambiano i nomi dei personaggi.
La coppia offesa è costituita da Michael e Penelope Longstreet (rispettivamente John C. Reilly e Jodie Foster), mentre la coppia chiamata a riparare è quella dei Cowan, rispettivamente Alan (Cristoph Waltz) e Nancy (Kate Winslet).
Cito per concludere un passaggio saliente della recensione di Marzia Gandolfi su www.mymovies.it.


(Marzia Gandolfi, www.mymovies.it) Polanski, naturalizzato francese ma apolide per vocazione, satura l'inquadratura di uomini e donne che si sentono ostinatamente migliori dell'ambiente che li circonda, che rimandano a se stessi come gli specchi dell'appartamento, ubicato fuori dalla finzione a Parigi e dimostrazione della condizione di “perseguitato” di Polanski. In cattività, congiuntamente ai suoi coniugi (in)stabili e (ir)ragionevoli, il regista ribadisce l'impraticabilità di introdurre un ordine nella realtà perché basta un conato di bile, un cellulare annegato, un libro imbrattato, una borsetta rovesciata a disperdere equilibrio e ‘democrazia'. Città immaginaria e ferocemente reale, New York apre e chiude il dramma da camera di Polanski, che spacca e fruga, ‘percorrendo' con lo sguardo personaggi già ipocriti e corrotti, strumenti di ferocia intrappolati in un cul de sac. In barba al politicamente corretto, l'irriducibile e non riconciliato Polanski ha cominciato a saldare i conti con l'American Dream. Un sogno che non c'è più e forse è solo la più grande menzogna mai tramandata.

Scheda film
Regia: Roman Polanski. Interpreti: Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Waltz, John C. Reilly Titolo originale Carnage. Drammatico, durata 79 min. - Francia, Germania, Polonia, Spagna 2011. - Medusa uscita venerdì 16 settembre 2011.

Trailer


 

Condividi post

Repost 0
Published by (Maurizio Crispi) Frammenti e Pensieri sparsii - in Cinema
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth