Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 luglio 2014 6 05 /07 /luglio /2014 06:09

Il grande teatro del cielo e gli orizzonti lontani

 

 

Le nuvole cambiano in continuazione,
ogni giorno mettenndosi in mostra
con forme e colori diversi
i colori del cielo sono cangianti
aerei passano di continuo
con un rombo
ricordano a chi li guarda
che ci sono luoghi lontani e irraggiungibili
e sembrano schegge di luce
lanciate in viaggi siderali
con il loro carico di vite

Un tempo erano le navi e i treni
ad avere questa funzione
e chi aveva l'animo inquieto e vagabondo
si ritrovava spesso a girovagare nei porti operosi
e nelle Stazioni ferroviarie da dove i cavalli di ferro sbuffanti
partivano e arrivavano avvolti da nuvole di vapore bianco

Il richiamo del mare e di terre lontane
era irresistibile per gli uomini di un tempo,
per quelli che lo avevano già percorso ed esplorato in lungo e in largo
e che avevano navigato nei Sette Mari

Il capitano Bligh o Sir Francis Drake
stanziali in Terraferma
vivevano nei loro periodi di fermo dalla navigazione,
mentre i loro navigli veniva scaricati o riforniti
in case vicine al porto e ai dock di Londra
come se non potessero distogliere gli occhi
dall'oceano da cui venivano e dai loro vascelli
momentaneamente inoperosi
eppure vibranti di energia

Come anche per molti
era il fischio del treno
e lo sferragliare delle ruote sui binari
ad evocare paesi lontani ed irraggiungibili

Il cielo gira in continuazione
la luna compie instancabile il suo ciclo
le stelle sorgono e tramontano
il sole nasce e muore ogni giorno

Ogni ciclo si presenta eguale eppure diverso
all'uomo che passa il suo tempo,
con la luce e con il buio,
come un antico aruspice,
a scrutare in alto
in attesa di segni e premonizioni

Lo guardo ogni giorno affacciarsi
al suo balcone,
minuscolo come la coffa di una nave
e fermarsi lì per minuti ed ore

La sua vita è come un palloncino colorato
appeso ad un filo assieme a tanti altri
un palloncino che oscilla nel vento
ogni giorno un po' più sgonfio
o quando l'aria all'interno si dilata
e le molecole si muovono impazzite
in percorsi browniani e collidendo tra loro
un po' più gonfio
destinato a afflosciarsi del tutto alla fine
sino a diventare come una pellicina morta
o drammaticamente a scoppiare

lacerandosi in brandelli,
senza preavviso


Mentre quell'uomo guarda e spia
tutto si muove nel grande teatro del cielo
immutabile eppure sempre nuovo

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (Testo e foto) - in Note di diario
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth