Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 ottobre 2012 2 09 /10 /ottobre /2012 07:46
varie-1952.JPGSono stato colpito da un'affiche pre-elettorale distribuita a piene mani nella mia città. Un candidato alla Presidenza della Regione è intento in colloquio informale con uno che si porta nella sua lista. La postura dei due è, come detto, infomale: il fotografo non ha richiesto loro di mettersi in posa.
Uno parla e il candidato alla Presidenza lo ascolta pensoso.

Sin dal primo sguardo questo poster mi è sembrato una burla
Ma di cosa cazzo parlano, mi sono chiesto...
L'impressione fasulla è che parlino dei massimi sistemi dell'Universo mondo e che mettano a punto idee intelligenti per governare la Sicilia nel modo migliore.
Un vero capolavoro sono le braccia pacatamente cons
erte e quelle due dita poggiate sulla guancia per accrescere nell'osservatore l'impressione di autorevolezza e di capacità di ascolto meditabondo.
Ma sicuramente non è così...
Forse discettano della partita di calcio che hanno visto su Sky il giorno prima o della pizza che intendono a mangiare assieme di lì a poco.
Oppure fingono solamente e si danno l'aria di essere intelligenti ed acuti, "loici" come pretendeva di essere il diavolo Barbariccia nell'Inferno dantesco, subito prima di scorreggiare.
E' più probabile questa terza ipotesi, messa abilmente a punto per il fotografo pubblicitario ingaggiato per la bisogna.
Anche per parlare di calcio, in fondo, ci vuole un po' di cervello e spirito arguto, anche se la cultura in possesso dei diversi interlocutori non è delle più vaste.
Questo poster elettorale che ammorba le nostre strade è come tanti altri: il discorso fatto per uno vale per tutti gli altri.
In fondo, quelli che si presentano a noi come "candidati" sono uomini vuoti, "vacanti" di idee e di principi morali: il loro scopo primario è quello di avere garantita l'immunità e il privilegio, oppure - nel caso di quelli emergenti - conquistarsi un posto al sole nel terreno dei privilegi da acquisire.
Siamo proprio arrivati alla frutta e al dessert.
Non abbiamo bisogno di simili immagini per lasciarci convincere.
Per poter farsi convinti, ci vorrebbero piuttosto sostanza, rettitudine morale, cultura politica "vera" e capacità di vedere nell'esercizio della pratica politica un semplice strumento per lavorare al bene comune.
Soprattutto ci vorrebbero idee di ampio respiro e capacità di mettersi in discussione.
Ma in chi si trovano simili qualità, oggi?
Ma forse aspettarsi tutto questo é pura utopia.
Eppure, nel deserto di principi morali in cui viviamo, nell'avere assunto a massimo obiettivo da raggiungere il proprio benessere personale, non mancano i gonzi, gli sprovveduti, i sempliciotti che da simili immagini si lasciano ancora abbagliare.

Condividi post

Repost 0
Published by Testo e foto di Maurizio Crispi (Trapani, il 9 ottobre 2012) - in Società
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth