Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 gennaio 2015 3 28 /01 /gennaio /2015 05:46

Facebook Under Attack... L'oscuramento è durato poco, ma sufficiente a scatenare il panico tra i suoi utenti...
Nella prima mattina del 27 gennaio 2015 milioni di utenti Facdebook sono stari scollegati, peer circa un'ora e non hanno potuto più accedere ai propri profili. 

«La pagina cercata non è raggiungibile» compariva su di una schermata altrimenti vuota, quando si cercava di entrare nella pagina FB o di tentare qualche nuova operazione sul propri profilo già aperto.
Il panico... La sensazione di non avere pià radici... Il tuo mondo che si dissolve... L'impossibilità di accedere allla camera delle meraviglie... Doversi confrontare con l'orribile interrogativo: "E ora che faccio?". etc. etc. ...

Il fenomeno è stato rimarcato un po' dovunque, in UK, come in Italia ed in altri paesi dell'Occidente:  ne è stata data notizia ai notiziari BBC, ma - cercando con gli usuali motori di ricerca - si avrà il riscontro di decine di segnalazioni e di brevi comunicati stampa sull'argomento.

Un gruppo di hacker, rispondente al nome di "Lizard Squad" si è attribuita la paternità dell'incursione sul social network (a quanto sembra anche Instagram è stata colpita, nella stessa fascia oraria). L’attacco é stato rivendicato con un Tweet sul profilo @LizardMafua. Lizard Squad é un gruppo di hacker che, proclamandosi vicino all’Is, dice di combattere i simboli dell’Occidente attraverso una «cyber-jihad» in nome del Califfo al BaghdadiMa l'amministrazione di Facebook nega che si sia trattato di un "errore", causato da un aggiornamento tecnico. 

 

(www.corriere.it) Facebook e Instagram KO. Hacker rivendicano, ma il colosso nega attacco. Irraggiungibili le piattaforme di Zuckerberg, Instagram compreso. Sospetti su Lizard Squad,ma il Social dichiara: "Problema tecnico"

Irraggiungibili per circa un'ora Facebook, Instagram, Aim e Tinder, cioè tutte le principali piattaforme che fanno capo all'impero social di Mark Zuckerberg. Si sospetta un attacco hacker condotto dalla Lizard Squad, che già lunedì (il26 gennaio) aveva colpito il sito della Malaysian Airlines (proclamandosi vicina al Cyber Califfato dell'Isis) e che in precedenza aveva abbattuto anche i network di Xbox e Playstation.

Ma Facebook smentisce: "Solo un problema tecnico".

A far pensare a un attacco è stato un tweet, pubblicato poco dopo il blackout proprio da Lizard Squad. 

 "Siamo consapevoli del mal funzionamento e stiamo lavorando per risolverlo", ha scritto Instagram sul proprio profilo Twitter ufficiale. "Ci dispiace ma qualcosa non funziona, metteremo le cose a posto non appena possibile", era invece la scritta che compariva agli utenti che cercavano di accedere a Facebook. 

"Molte persone hanno avuto difficoltà ad accedere a Facebook e Instagram. Non si è trattato di un attacco di terze parti ma di un problema verificatosi dopo l'introduzione da parte nostra di alcuni cambiamenti che hanno impattato i nostri sistemi di configurazione", spiega la società in una nota ufficiale. 

L'ultimo "down" di Facebook risale a settembre, quando la piattaforma si fermò per due volte in un mese. Mentre l'ultimo tilt di Instagram risale ad agosto. Nessun problema invece per WhatsApp, l'altra piattaforma di proprietà di Zuckerberg.

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi - in Il fatto
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth