Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 gennaio 2015 1 26 /01 /gennaio /2015 07:10

20150124_101901.jpg
Nonna Nica - mia amica su Facebook (con nickname) - ha detto che questa immagine è "una fotografia alla Stepehn King".
Che lusinga!
Qualcun altro, tuttavia, a correzione della prima impressione riportata, ha precisato che "sembro piuttosto un bonario marinario".
D'altra parte, poiché la foto é stata fatta nell'East End londinese e - in particolare - nella zona di Wapping, un tempo malfamata e sede di esercizi commerciali che rispondevano ai bisogni più disparati dei marinai appena sbarcati dalle navi alla fonda, questa ulteriore definizione potrebbe essere particolarmente azzeccata...

Forse, la foto che é riportata in fondo al post, potrebbe fare da correttivo rispetto all'associazione con il "bonario [e innocuo] marinaro".


Quale delle due foto preferite?

E Nonna Nica ha replicato: "Sicuramente la seconda foto è più "kingosa", o "kinghiana" e, visto che-se ben capisco- l'avevi già scattata, ma non pubblicata, posso dire che la mia è stata una premonizione oscura, appunto alla King..ma io ti conosco, Maux...quindi ho visto l'inquietante personaggio kinghiano che si cela dietro il bonario marinaio...".

 

Io: "Nella seconda foto, potresti facilmente immaginare che le mani poggiate sul vetro a poco a poco prendono a scivolare verso il basso, lasciando dove erano prima delle strie insanguinate. Un King alla prima maniera, non quello di adesso".

 

Nonna Nica: "...ma anche una presenza oscura, un personaggio alla Pennywise, che prima sorride bonariamente, stringendo fra i denti una pipa di schiuma, poi dice sommessamente"...fammi entrare, fammi entrare" via via che si addensano le ombre della sera...".

Insomma, il bonario e sorridente marinaro - un po' scanzonato - della prima foto si trasforma nella vittima attanagliata dal Terrore, alla ricerca di una via di scampo, ma trova la finestra sbarrata, con dei vetri all'antica - ahimé troppo spessi - e finisce con il cadere vittima del suo carnefice che rimane non visto, ma che si può soltanto immaginare - e in ciò starebbe il suo potere perturbante.
Ma, nello stesso tempo, l'immagine della seconda foto, potrebbe contenere essa stessa degli elementi perturbanti: è il terribile carnefice che si propone con una figura un po' dissacrante e scanzonata, invitando chi sta al di là dei vetri di aprire per lui quella finestra: un' errore fatale, perchè comeinsegna la letteratura draculesca, Dracula - in quanto personaggio perturbante per eccellenza - ha potere sulla sua vittima soltanto se è quest'ultima ad invitarlo ad entrare.

Ma - come dice Nonna Nica - questa dualità è espressione dei mille volti del Crispi, come l'eroe dai mille nomi e dai mille volti della mitopoiesi campbelliana.

 

DSCF9522

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (con foto di Maureen Crispi) - in Storie e storielle
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth