Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 febbraio 2013 2 19 /02 /febbraio /2013 13:03

Anticipazione a luglio dei test di ammissione ad alcune facoltà universitarie. Un provvedimento antidemocratico e contro il diritto allo studio che fa molto discutere

 

Provoca costernazione tra gli studenti delle Scuole superiori, il varo recente della norma, secondo cui gli esami di ammissione ad alcune facoltà universitarie si dovranno fare a fine luglio e non a settembre, come è stato negli anni precedenti.

Tutti gli studenti in procinto di affrontare gli esami di maturità, ma anche tutte le persone colte e sensibili, si chiedono: come è possibile presentare la domanda per essere ammessi ai test, se ancora non sono noti i risultati degli esami?
Oppure ancora: come gli studenti potranno prepararsi agli esami di maturità e, contemporaneamente, studiare per conseguire una preparazione adeguata per potersi confrontare con i test?
Dovranno cominciare la loro preparazione con largo anticipo, puntando su di un obiettivo (e spendendo i soldi delle proprie famiglie) incerto e ancora non definito (il risultato degli esami di maturità ancora non è noto)?

Non è certamente sufficiente la giustificazione addotta dal Ministro dell'Istruzione Profumo, tuttora in carica in attesa della tornata elettorale e dal cui dicastero è dipeso questo provvedimento, che questa decisione è stata presa per andare incontro ad una maggiore razionalizzazione (sic1), per sveltire e snellire il sistema di accesso agli studi universitari, etc etc, nè tantomeno quella secondo cui , essendo i test delle prove di cultura generale, gli studenti che li affronteranno (e che hanno fresco lo studio per gli esami di maturità) non avranno bisogno di un surplus di applicazione per confrontarsi con le prove di ammissioni.
Questo non è affatto vero: chi ha fatto i test per le facoltà scientifiche può senz'altro ammettere che una parte delle domande dei test per l'ammissione a queste facoltà richiedono una preparazione ad hoc e non sono certamente di facile soluzione.

C'è da chiedersi se questa misura non rappresenti, in forma mascherata, uno strumento antiidemocratico e , di per sé, repellente (perchè limita fortemente il diritto allo studio) per ritardare di un anno l'ingresso nelle facoltà universitarie, per sfoltire la popolazione studentesca eccedente in un'Università pubblica che non si rinnova e che è ridotta allo stecchetto per via di provvedimenti adottati dai precedenti governi, ma anche per favorire il dirottamento degli studenti appartenenti alle famiglie con maggiori risorse verso le Università private.

 

 

 

Nella foto (di Maurizio Crispi): Palermo. Studenti in marcia sfilano davanti all'abitazione del Sindaco.
  

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi (Testo e foto) - in Il fatto
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth