Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
17 novembre 2018 6 17 /11 /novembre /2018 07:05
A Christmas Carol by Charles Dickens, frontespizio della prima edizione

Con The Man who invented Christmas, il cui sottotitolo è How Charles Dickens' A Christmas Carol Rescued His Career and Revived Our Holiday Spirits (2008), Les Standiford, fornisce una ricostruzione accurata sulla genesi storica (i fatti della vita di Dickens e quelli pubblici concomitanti) e interiore/intima) di "A Christmas Carol" (il cui titolo completo era: A Christmas Carol, in Prose. Being a Ghost-Story of Christmas), il notissimo racconto di Charles Dickens sul Natale, patrimonio intellettuale ed emozionale del suo tempo, e sugli effetti che questa storia ebbe su di un vasto pubblico di lettori nel Regno Unito e Oltremare. Questo volme ha ispirato il bel film omonimo, uscito anch'esso nel 2017: da qui l'urgenza di una nuova riedizione per i tipi di B|D|W|Y Broadway Books, New York (che è quella che ho avuto per le mani).
E, a tutti gli effetti, non si può non riconoscere che Dickens, con questo racconto (che, tra l'altro, in un momento difficile della sua vita e al confronto con un calo d'ispirazione, scaturì da un bisogno profondamente autobiografico) influenzò profondamente il modo in cui si prese a considerare e a festeggiare il Natale così come lo conosciamo oggi.

 

Les Standiford, The Man who invented Christmas (2008/2017)

Un'influenza che - come mostra l'autore - dura e si rafforza oggi, a più di 150 anni dalla pubblicazione di quel racconto che continua ad essere letto: un vero e proprio "long seller" e "evergreen", capace di modificare sostanzialmente le abitudini e le consuetudini, e ripreso cinematograficamente molteplici volte, inclusa una versione in cartoni animati della Walt Disney.
Il film poi, molto efficace, si sofferma particolarmente sul processo creativo di Dickens e su come egli - nel farsi della sua narrazione - si ritrovi, quasi allucinatoriamente, a dialogare con i personaggi che sta creando che, a volte, si sovrappongono o prendono le mosse da fantasmi del suo passato.
Il volume include il celeberimmo racconto "A Christmas Carol".
Purtroppo il saggio di Standiford, a tutt'oggi, non è stato tradotto in Italiano.

(Note di copertina dell'edizione in lingua inglese del 2017) As uplifting as the tale of Scrooge itself, this is the story of how Charles Dickens revived the signal holiday of the Western world. Soon to be a major motion picture.
Just before Christmas in 1843, a debt-ridden and dispirited Charles Dickens wrote a small book he hoped would keep his creditors at bay. His publisher turned it down, so Dickens used what little money he had to put out A Christmas Carol himself. He worried it might be the end of his career as a novelist.
The book immediately caused a sensation. And it breathed new life into a holiday that had fallen into disfavor, undermined by lingering Puritanism and the cold modernity of the Industrial Revolution. It was a harsh and dreary age, in desperate need of spiritual renewal, ready to embrace a book that ended with blessings for one and all.

 

Les Standiford

With warmth, wit, and an infusion of Christmas cheer, Les Standiford whisks us back to Victorian England, its most beloved storyteller, and the birth of the Christmas we know best. The Man Who Invented Christmas is a rich and satisfying read for Scrooges and sentimentalists alike.
L'autore. Les Standiford is the author of the critically acclaimed Last Train to Paradise, Meet You in Hell, and Washington Burning, as well as several novels. Recipient of the Frank O’Connor Award for Short Fiction, he is Founding Director of the Creative Writing Program at Florida International University in Miami, where he lives with his wife and three children.

Ed ecco di seguito alcuni apprezzamenti...

“In this small but remarkable book, Les Standiford offers readers ...a gift for all seasons. Carefully researched and written in a stately, lucid prose, this book will be cherished by those who love Dickens, enjoy Christmas, or ponder the endless mysteries of human behavior.

Roland Merullo, author of American Savior

A wonderfully absorbing and revealing account, full of things I did not realize about A Christmas Carol, Charles Dickens, and the world of publishing. Once I started reading this book, truly, I could not put it down.

Dan Wakefield, author of New York in the Fifties

“The Man Who Invented Christmas is destined to be a classic ...about a classic. As Tiny Tim might say, ‘God Bless Everyone,’ in this case Standiford, for creating such a delightful and engaging gem—part history, part literary analysis, and all heart, just like the book that inspired it.

Madeleine Blais, winner of the Pulitzer Prize and author of Uphill Walkers

Condividi post

Repost0

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth