Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
23 settembre 2015 3 23 /09 /settembre /2015 21:55
Polvere alla Polvere. Un thriller appassionante, per me un'autentica scoperta

(Maurizio Crispi) Polvere alla polvere (titolo originale: Turn to stone), pubblicato da Piemme nel 2014. è stato il mio primo approccio ai romanzi di Brian Freeman e l'ho trovato un thriller decisamente appassionante.
L'ho letto velocemente senza potermi staccare e passare ad altro: cominciato la mattina e finito nel tardo pomeriggio della stessa giornata.
Non conoscevo quest'autore. Il libraio di fiducia mi ha proposto di prendere questo romanzo, approfittando della speciale offerta promozionale (€1.90) e ho accettato volentieri il suo suggerimento.
Adesso non vedo l'ora di leggere "La Ragazza di Pietra", di cui - alla fine del volume - si può leggere un assaggio (il primo capitolo).
Il romanzo ci trasporta in un'area degli Stati Uniti sino ad ora poco visitata dai thriller. Si tratta del Midwest, con Duluth (tra l'altro la città natale di Bob Dylan, menestrello d'America) ed altre piccole cittadine del Wisconsin come quella dove arriva (Shawano) Stride per visitare il piccolo cimitero dove è sepolta la madre dove vigono i retaggi di una forte cultura tedesca soprattutto nelle ancora vive competenze linguistiche in lingua madre degli immigranti che arrivarono e si insediarono proprio in questa regione
E ruota attorno ai temi della violenza e dell'abuso e a come possano condizionare l'evoluzione dei singoli individui che vi sono esposti, sia come vittime sia come esecutori/controllori.
Il detective e tenente di polizia Stride, di ritorno nei suoi luoghi dopo una parentesi a Las Vegas, si trova coinvolto in un'indagine non formale e finisce con lo scoprire delle verità nascoste.
Mi è piaciuto: è raro trovare dei thriller che ti coinvolgono tanto rapidamente: forse anche perché è agile e scattante nella sua costruzione e nel suo sviluppo, senza tanti cambi di punto di vista. La vicenda - a differenza di molti romanzi d'oggi, costruiti come copioni cinematografici - si sviluppa sempre seguendo il vertice d'osservazione di Jonathan Stride e la sua indagine.
Lo consiglio.

Brian Freeman é stato vincitore dell'International Thriller Award (ITW) 2013 con Il Veleno nel sangue (Spilled Blood).

(Dalla quarta di copertina) Ci sono verità che è meglio lasciare sepolte sotto una coltre di neve.
È notte quando il detective Jonathan Stride arriva nel piccolo cimitero di campagna dove riposa sua madre, a Shawano, Wisconsin, un luogo dove non metteva piede da vent'anni. Nel buio, la sua torcia illumina la neve che cade piano, mentre una campana arrugginita suona nel vento. All'improvviso, i fari di un'auto della polizia fendono l'oscurità; un agente scende dall'auto, si avvicina a una lapide e si toglie la vita con un colpo alla tempia. Stride è un estraneo in quella piccola città e lo sceriffo non gradisce né la sua presenza né la sua curiosità. Eppure il detective non può dimenticare quanto è accaduto proprio davanti ai suoi occhi: vuole risposte, ed è disposto a trovarle da solo. Anche a costo di riaprire le pagine più oscure del passato di Shawano...

Brian Freeman
Nota biografica sull'Autore. Brian Freeman è un autore bestseller di thriller venduti in 46 paesi e tradotti in 20 lingue. Ha esordito con Immoral, che ha vinto il Macavity Award come migliore opera prima; sono seguiti, sempre presso Piemme: Las Vegas Baby, La danza delle falene, Polvere e sangue e Il respiro del ghiaccio (finalista agli International Thriller Writers Awards). Tutti hanno per protagonista il tenente Jonathan Stride, che invece, ne Il dubbio, lascia il posto al detective Cab Bolton. Brian Freeman ama molto entrare in contatto con i suoi fan, via e-mail e su Facebook. In Italia è stato nominato miglior autore del 2009 dai blogger del sito Corpi Freddi. Vive in Minnesota con la moglie.

Serie di Jonathan Stride

  • Immoral (2005) - edizione italiana: Piemme, 2006
  • Las Vegas Baby (Stripped) (2006) - Piemme, 2007
  • La danza delle falene (Stalked) (2007) - Piemme, 2008
  • Polvere e sangue (In The Dark o The Watcher) (2008) - Piemme, 2009
  • Il respiro del ghiaccio (The Burying Place) (2009) -Piemme, 2011
  • Polvere alla Polvere (Turn to Stone) (2013) -Piemme, 2014
  • La ragazza di pietra (The Cold Nowhere) (2013) - Piemme, 2014

Condividi post

Repost 0
Published by Frammenti e Pensieri Sparsi (Maurizio Crispi) - in Letture
scrivi un commento

commenti

Mi Presento

  • : Frammenti e pensieri sparsi
  • Frammenti e pensieri sparsi
  • : Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
  • Contatti

Profilo

  • Frammenti e Pensieri Sparsi

Testo Libero

Ricerca

Come sono arrivato qui

DSC04695.jpegQuesta pagina è la nuova casa di due blog che alimentavo separatamente. E che erano rispettivamente: Frammenti. Appunti e pensieri sparsi da un diario di bordo e Pensieri sparsi. Riflessioni su temi vari, racconti e piccoli testi senza pretese.

Era diventato davvero troppo dispendioso in termini di tempi richiesti alimentarli entrambi, anche perchè nati per caso, mentre armeggiavo - ancora alle prime armi - per creare un blog, me li ero ritrovati ambedue, benchè la mia idea originaria fosse stata quella di averne uno solo. Infatti, non a caso, le loro intestazioni erano abbastanza simili: creatone uno - non ricordo quale dei due per primo - lo ho "perso" (per quanto strano ciò possa sembrare) e mi diedi alacremente da fare per ricrearne uno nuovo. Qualche tempo - nel frattempo ero divenuto più bravino - il blog perso me lo ritrovai).

Ohibò! - dissi a me stesso - E ora cosa ne faccio?

La risposta più logica sarebbe stata: Disattiviamolo!. E invece...

Mi dissi: li tengo tutti e due. E così feci. E' stato bello finchè è durato...

Ma giocare su due tavoli - e sempre con la stessa effcienza - è molto complicato, ancora di più quando i tavoli diventano tre e poi quattro e via discorrendo....

Con overblog ho trovato una "casa" che mi sembra sicuramente più soddisfacente e così, dopo molte esitazioni, mi sono deciso a fare il grande passo del trasloco, non senza un certo dispiacere, perchè il cambiamento induce sempre un po' di malinconia e qualche nostalgia.

E quindi ora eccomi qua.

E quello che ho fatto - ciò mi consola molto - rimane là e chiunque se ha la curiosità può andare a dargli un'occhiata.

 

Seguendo il link potete leggere il mio curriculum.

 

 


frammenti-e-pensieri-sparsi.over-blog.it-Google pagerank and Worth